Perche praticare il Canottaggio

Il canottaggio è sicuramente tra le discipline più consigliabili; è uno sport adatto a tutti, si può praticare quasi a tutte le età e porta numerosi benefici.
Il canottaggio è però uno sport che richiede un elevato consumo energetico e pertanto un grande impegno fisico. Velocità, forza e resistenza, sono le prerogative per chi decide di iniziare a praticare questo sport. Lo sforzo muscolare risulta quindi particolarmente cospicuo. In particolare nel canottaggio i muscoli impegnati saranno: estensori delle gambe e delle cosce, flessori delle braccia, trapezi, deltoidi ed estensori del tronco. Rimane sottinteso che l’unico requisito davvero indispensabile per iniziare a praticare canottaggio è una discreta capacità natatoria per far fronte all’eventualità, peraltro remota, di una eventuale caduta in acqua.

Per tutti questi motivi i canottieri sono sottoposti ad un attento e preciso allenamento, non solo in acqua, ma anche in palestra (in particolare tramite esercizi con il remergometro).

Tutto questo, insieme ad uno stile di vita regolare e ad un’alimentazione sana ed equilibrata, mira ad aumentare forza e resistenza. Possiamo riassumere i vantaggi e i benefici di uno sport come il canottaggio in tre grandi insiemi:

  1. L’acquisizione di una postura corretta
  2. L’acquisizione di una migliore mobilità ed elasticità delle articolazione
  3. Lo sviluppo armonioso di masse muscolari toniche in grado di sostenere adeguatamente l’impalcatura dell’apparato scheletrico in fase di sviluppo.

Entrando poi più nello specifico di questi benefici scopriamo che il canottaggio è davvero uno degli sport più salutari che si possano praticare.

Benefici del canottaggio: i muscoli

Come accennato, infatti, il canottaggio interessa quasi tutte le fasce muscolari dell’organismo: gambe, addominali, spalle, braccia.

Benefici del canottaggio: agonismo e spirito di squadra

Lo si può praticare sia da soli che in squadra. In entrambi i casi possiamo sperimentare molti vantaggi.

Il canottaggio singolo implementa l’agonismo e spinge l’individuo ad una ricerca sempre più intensa del superamento di certi obiettivi. Il canottaggio di squadra invece implica uno sforzo verso la coordinazione e l’armonia con gli altri canottieri: se l’unità e la coordinazione vengono meno, anche per poche frazioni di  secondo, la barca perderà velocità.

Benefici del canottaggio: respirazione

Nel canottaggio è ampiamente coinvolto l’ apparato respiratorio che accumula e mette a disposizione dell’ organismo molto più ossigeno per fornirlo al sistema cardiocircolatorio.

Benefici del canottaggio: spalle perfette

Per le spalle è sicuramente il migliore sport, insieme al nuoto. La forza deve essere associata ad una buona elasticità muscolare.

Benefici del canottaggio: sensazioni uniche

Ultimo ma forse uno dei più significativi vantaggi: il canottaggio è uno sport che, come tutti quelli che mettono a contatto con la natura, ci permettono di godere di alcune sensazioni davvero irripetibili.

Il brivido e la bellezza di far volare la barca sul filo dell’acqua e sentire il vento sulle braccia e sul viso è un motivo valido per praticare questo bellissimo sport.

I commenti sono chiusi